come fare i mandilli de saea o lasagne al pesto genovese

ricetta mandilli de saea pesto genovese mandilli de saea al pesto genovese

"mandilli de saea" si traduce letteralmente con "fazzoletti ti seta". Si tratta di una pasta all'uovo tirata finissima e tagliata a quadretti, che poi si condisce con il pesto genovese e fagiolini e patate. La stessa ricetta viene anche tradotta in italiano con il nome di lasagne al pesto. La storia della ricetta è antica: si arriva senza dubbio ai tempi in cui Genova era una potente repubblica marinara, e forse anche più indietro... Il segreto? una armonia di ingredienti semplici davvero difficile da trovare.Ricetta con video della preparazione della pasta all'uovo e del pesto genovese.

La Video-Ricetta

ricetta tradizionale della pasta all'uovo

come fare la pasta all'uovo per preparare i mandilli de saea o lasagne al pesto genovese

ricetta pesto genovese

come fare il pesto genovese per preparare i mandilli de saea o lasagne al pesto

Istruzioni

Cominciate con il pelare la patata e mondare i fagiolini che taglierete a pezzetti. Preparate una pentola bella grande di acqua salata, e lessateci la patata. Mentre la patata comincia a lessare, preparate l'impasto dei mandilli, secondo la ricetta di base per la pasta all'uovo, come indicato nel video. Aggiungete (dopo 10 minuti circa) i fagiolini alla patata e continuate la cottura. Nel frattempo stendete i mandilli e tagliateli a quadri della dimensione di un fazzolettino. Per intenderci: 4 dita per lato.Preparate il pesto genevese, come indicato nel video: se siete molto determinati con il mortaio, altrimenti con un banale ma rapido frullatore! Recuperate la patata e i fagiolini: attenzione NON BUTTATE L'ACQUA, CHE DEVE SERVIRE PER CUOCERE LA PASTA, trasferite l'acqua di cottura nella padella più larga che avete: i mandilli si devono cuocere pochi alla volta altrimenti si appiccicano . Preparate i piatti individuali: tagliate la patata a dadini,distribuite un cucchiaio di pesto, la patata e i fagiolini su ogni piatto: è importante per mangiarli caldi che prepariate così tutti i piatti che vi servono,quando siete pronti adagiate delicatamente i mandilli nell'acqua bollente, pochi alla volta: 2 o 3. Estraete uno alla volta i mandilli (questa cosa richiede un po' di attenzione), sgocciolateli, ma non asciugateli perchè l'acqua servirà a rendere un pochino più fluido il pesto. Sistemate il fazzoletto sul piatto, aggiungete un cucchiaio di pesto e un altro fazzoletto...formando strati irregolari con 5 "fazzoletti" di pasta per piatto. L'ultimo strato deve essere di pesto,condite i mandilli con i formaggi grattugiati, che avrete mescolato e finite le lasagnette al pesto con un filo di olio ligure, portate in tavola il vostro capolavoro: i mandilli de saea al pesto genovese sono un piatto antico dal gusto molto moderno.

come preparare le lasagne al pesto genovese