calamaro

calamaro caratteristiche pulire cucinare calamaro prima di essere cucinato

Caratteristiche del calamaro: Il calamaro è un mollusco cefalopode con corpo fusiforme allungato. Ha un mantello cilindrico sopra il capo che contiene gli organi interni. Nel mantello è anche presente una conchiglia cornea (il calamo) allungata a forma di lancia. Il corpo ha due pinne unite a formare un rombo.Può raggiungere dimensioni davvero impressionanti: il più grosso che sia stato ritrovato superava i 12 metri. Essendo, gli esemplari più grossi, animali che vivono nelle grandi profondità oceaniche hanno alimentato molte leggende marinare sui "mostri degli abissi". In realtà sappiamo che ne esistono di decisamente grossi soprattutto per le cicatrici sulla pelle dei Capodogli, che di questi cefalopodi si nutrono... quando ci riescono!Si trovano in commercio sia freschi che congelati Gli esemplari freschi sono di un bianco intenso e brillante; quando non sono freschi tendono a ingiallire.Come sempre sconsigliamo l'acquisto del pesce già lavorato (eviscerato e tagliato) perché generalmente è meno fresco.

Come pulire il calamaro:

Per pulire il calamaro si eliminano la cartilagine e le interiora, si lava per togliere la sabbia, e si tolgono gli occhi.

Come cucinare il calamaro:

Si può cucinare il calamaro alla griglia,ripieno, in umido e fritto. Essendo la carne del calamaro molto soda gli esemplari più grandi richiedono una cottura piuttosto lunga (15-20 minuti). Per il fritto è quindi preferibile usare calamari di piccole dimensioni oppure calamaro congelato. Sì avete letto bene: un passaggio nel congelatore intenerisce le carni, permettendo una cottura più breve

Ricette con calamaro

come pulire e cuocere il calamaro