panissa fritta genovese

ricetta panissa fritta genovese panissa fritta genovese

Economicissima, semplice da fare e gustosa, la panissa è una ricetta tradizionale di cucina genovese da mangiare da sola o come contorno al pesce. Si cucina con la farina di ceci, acqua e olio, come la farinata. Potrete poi scegliere se friggere i dadini di panissa o usarli in insalata.La panissa è sicuramente un piatto antico, oggi lo chiameremmo "street food": Da tempi immemorabili serviva ai liguri come spuntino, o pranzo di mezzogiorno: nutriente e gustosa risolveva il problema della fame di studenti, operai, marinai in porto... di tutti coloro cioè che hanno robusto appetito e pochi soldi in tasca. Purtroppo non ci sono storie o leggende particolare da raccontare su questa ricetta: semplicemente si prepara e si mangia da secoli nello stesso modo.

Istruzioni

Ungete, con olio di oliva, un piano freddo per rovesciare la panissa. La leccarda del forno va benissimo.Setacciate la farina di ceci, poi mettetela, a freddo, in una pentola con l'acqua, un bicchiere di olio e il sale,mettete sul fuoco e portate a cottura la panissa, mescolando sempre, prima con la frusta e poi con il cucchiaio di legno: dovete ottenere una crema molto densa,se avete scelto di preparare la con gli aromi aggiungeteli quando comincia ad addensare,rovesciate la panissa sul piano unto.Spianate la panissa con un coltello bagnato in acqua fredda e lasciate raffreddare,tagliate la panissa come preferite, a listarelle o a dischetti.Potete assaggiare la panissa "cruda", in insalata con pomodori e olive, friggete la panissa in friggitrice a 180 gradi, o comunque immersa in olio molto caldo.Asciugate i quadretti di panissa con carta da fritti, salate e servite subito

come cucinare la panissa fritta di farina di cweci